Carl Stone

1953

Paul Vangelisti

1943

Quando un poeta lineare incontra un musicista, possono nascere diverse opere, in genere, quella che va più per la maggiore, la più gettonata, è quella che vede il poeta leggere il testo e il musicista in qualche modo tenergli compagnia cercando di ricavare dallo strumento la stessa intensità comunicata dalla poesia. Quando un poeta lineare, è il caso di questi brani, ha frequentato con assiduità e partecipazione la poesia sonora, e incontra un musicista, non si limita a leggere, al contrario, cambia registro, va all'osso della comunicazione, anziché scrivere versi in rima, estrapola solo i suoni che gli servono, e l'abilità del musicista elettronico fa il resto.