Lars-Gunnar Bodin

1935

 

Cybo è un'abbreviazione che deriva da cyborg, (cybernetics organism), definizione introdotta dallo scrittore americano Halacy; affascinato dai suoi testi, soprattutto dall'idea di un controllo genetico e biologico degli organismi umani (idee peraltro confinate alla fantascienza allora, ma non più oggi), compone il pezzo, basato su un linguaggio prettamente scientifico, anomalo in poesia, ogni unit ha un preciso significato. Su tutto il brano, aleggia una sapienza tecnologica che contraddistingue tutto il gruppo Fylkingen, di cui lui è stato uno dei fondatori nel 1967. La parola viene usata nella sua piena entità, spetta al mezzo tecnologico, invece, galvanizzarla, manipolandola al suo interno come avviene negli altri due brani, nel primo dei quali, utilizza ben 16 piste, e facendole partire dallo stesso punto, scopre che gradatamente si allontanano. Stessa scoperta fatta dal minimalista Steve Reich (vent'anni prima però,) e immortalata nel pezzo Come out, del 1966, riguarda la velocità delle macchine, ciò che provoca il tasto play o record schiacciandoli chiunque lo conosce, ciò che cambia è la velocità di riproduzione o di registrazione.